Si tratta di una ricetta estremamente semplice che può essere declinata in diverse versioni, più delicata e brodosa può aprire una cena servita in tazza con qualche crostino, più asciutta e concentrata può riempire dei pomodori svuotati e passati al forno, oppure può essere usata come accompagnamento di ortaggi crudi quasi una bagna cauda, ma assai più leggera dal punto di vista nutrizionale.

Ingredienti per 4 persone:

2 patate medie,

2 cipolle medie,

2 carote medie,

1 pezzetto di sedano (5 cm di gambo circa),

8 acciughe sottolio,

2 cucchiai di capperi sottaceto,

2 cucchiai di olio evo,

1 cucchiaio di foglie di prezzemolo tritato finemente,

Si lessino cipolle, patate e carote insieme al sedano, che è opportuno tagliare a fettine sottili, in poca acqua, con appena un’idea di sale o semplicemente, gli usi all’omeopatia, potranno mostrare il barattolo del sale alla pentola, agitandolo, prima di riporlo.

Si scolino le verdure, salvando beninteso l’ottimo brodo, e si aggiungano gli altri ingredienti, in un recipiente dal bordo alto poi si frulli il tutto con un buon mixer fino ad avere una crema solida e vellutata.

Volendo servirlo come vellutata con crostini si riunirà alla crema parte del brodo fino alla consistenza desiderata, volendo invece usarlo come condimento caldo per “crudité” si userà tal quale, così pure per usarlo come ripieno per pomodori o peperoni al forno.

Una alternativa che ho trovato interessante è quella di servirlo caldo in tazza, con pomodoro crudo tagliato a piccoli pezzi, ben freddo, versati all’ultimo con un filo d’olio.

Annunci